buzzoole code

sabato 9 dicembre 2017

QUANDO IL TUO #BLOG É DIVENTATO ANCHE UN LIBRO. ECCO COME NASCE IL MIO BLOG.

Buongiorno amici, è arrivato il momento di raccontarvi come è nato comemivestooggi Blog. Niente avviene per caso. Dopo aver letto che il titolo del mio Blog è diventato anche un famoso libro di Inès de la Fressange, mi si è accesa una lampadina, e ho deciso di scriverlo. Devo dire che il book non l'ho ancora letto, però mi sarà doveroso, sono curiosissima.
Qui potete leggere l'intervista di AMICA fatta all'autrice.

QUANDO NASCE IL MIO BLOG.

Il mio Blog nasce a giugno 2016, è ancora piccolo ma molto viziato, in quanto gli dedico molto del mio tempo, anche se non è mai abbastanza; come  fosse un bambino, bisogna curarlo ogni giorno e farlo crescere con amore, ma a volte il tempo manca.
Viene "concepito" dopo aver letto un libro che mi ha stravolto la vita e che vi consiglio vivamente. Sapete la famosa frase questo libro mi ha cambiato la vita?... beh è successo anche a me! 
Vi sto parlando del libro "SMETTERE DI LAVORARE" di Francesco Narmenni, blogger che ha deciso di lasciare il proprio lavoro per vivere delle proprie passioni e ci è riuscito, trovando la felicità eliminando il superfluo.



Da qui ho iniziato a mettere in discussione tutto, a chiedermi se quello che stavo facendo mi rendeva felice e quanto di inutile ci fosse nella mia vita. 
Quando ho cominciato a darmi le risposte ho capito che la mia esistenza non aveva nessun equilibrio; più lavoravo e più spendevo soldi in cose inutili,  più spendevo e più mi impoverivo e più mi impoverivo e più ero insoddisfatta! Insomma un circolo vizioso!!!
Cosi mi sono guardata allo specchio e mi sono chiesta: ma cos'è che vuoi veramente dalla vita? La risposta è stata semplice. Ritrovare le mie passioni. Finalmente volevo fare quello che mi piaceva e non quello che era giusto fare! 

Mi direte: ma tutti vorrebbero fare questo! Certo che si! Anche io  mi facevo mille domande delle serie; come faccio a vivere solo delle mie passioni e a lasciare il lavoro? come faccio a pagare le bollette? il mutuo e la spesa? 
Certo io non sono brava come Francesco, e il lavoro non ho potuto lasciarlo definitamente, ma ho trovato un compromesso, e ho scelto il Part Time.
Con Francesco ho iniziato a seguire poi la filosofia dell'autoproduzione e ho iniziato a fare il pane in casa, buonissimo e salutare, i prodotti per la pulizia della casa e della persona, assolutamente biologici, a non spendere in modo compulsivo ma consapevole, in più con il part time risparmiavo anche per i costi di viaggio casa-lavoro e lavoro-casa.


E' incredibile quanto si possa risparmiare cambiando stile di vita, io non ci credevo, e invece alla fine del mese le mie ore di lavoro in meno, non pesavano assolutamente sul budget familiare. 
Tutto questo mi dava una soddisfazione immensa, in più non dovevo per tutta la settimana frequentare l'ambiente di lavoro che mi stressava e mi metteva sempre di cattivo umore,  in più potevo dedicarmi molto di più al mio progetto.


IL MIO PRIMO POST.

Ed è così che ho pubblicato il mio primo post, senza sapere ancora nulla del mondo blogging, e anche tutt'oggi è una continua ricerca e studio, per cercare di migliorarmi e crescere come blogger
La strada è ancora lunga, ed è sempre un mettersi alla prova, e questo finalmente mi fa sentire viva. 

Il Blog unisce molte delle mie passioni, e quindi non potrei chiedere altro; fashion, travel, beauty, art, photography e writing.
L'amore per la moda è dentro di me da  quando ero piccolissima, non riuscivo a guardare le persone senza immaginarle con un Look che potesse valorizzarle. 
Amo il fashion, ma non ne sono mai stata schiava, infatti io seguo la moda solo quando mi piace e comunque la interpreto sempre in modo personale. Ma questo lo avrete già capito!!!
Da questa passione è nata la spinta per aprire il mio Blog, e da mera passione è diventata una vero e proprio impegno quotidiano, come fosse un lavoro e anche più, in quanto non c'è mai un orario.
Certo non vivo di blogging, sono pochissime le blogger che vivono solo di questo, soprattutto in Italia purtroppo, però vivo felice.
Quando ci sono delle collaborazioni con delle Aziende, o con piccoli artigiani, make-up artist, piuttosto che con Fashion Designer emergenti o Artisti, i loro complimenti mi ripagano più di qualsiasi assegno.
Certo l'articolo o servizio in omaggio è più che gradito, sarei ipocrita a negarlo, ma quello che conta veramente, è soddisfare le aspettative delle Aziende.
Penso che questo valga per tutti i blogger che fanno questo lavoro con passione. 

COME NASCE IL NOME DEL BLOG.

Il nome del Blog è nato in pochissimo tempo, volevo un titolo che fosse italiano, di uso comune e che si capisse in modo immediato del tema trattato.  Ho solo verificato che non ne esistessero altri e molte altre cose tecniche che non sto a spiegarvi ora, e ho comprato immediatamente il dominio


Dietro questo progetto c'è tutto il sostegno dei miei familiari e amici, che hanno sempre creduto in me, soprattutto mio marito.
 Lui è il mio braccio destro, in quanto non avrei mai potuto realizzare questo sogno senza il suo aiuto. Io ero una vera frana con la tecnologia, e anche adesso ho sempre il suo supporto informatico e non solo.

Il mondo blogging è un mondo difficile, come lo è la vita reale, solo che nella sfera virtuale è tutto amplificato.
La concorrenza è spietata e a volte anche non politically correct, però io mi sono sempre proposta con umiltà e in modo ironico e anche autoironico, e nessuna collega mi ha mai vista come una potenziale competitor, e sono stata accolta sempre con simpatia, sia da loro che dai miei followers
Come blogger per VNP e senza troppe pretese, sono comunque riuscita  ad avere la mia nicchia di seguaci, e mi da tanta soddisfazione.  
Quando imparerò davvero bene questo mestiere, vi spiegherò come diventare blogger di moda, per ora mi impegno solo ad imparare. 

IL MESSAGGIO DI QUESTO POST.

Il motivo principale di questo mio post è quello di esortare tutti voi a non abbandonare mai le vostre passioni
Vivere senza fare ciò che ci piace veramente, è un spreco, ed è una violenza contro se stessi.
Non si può vivere di sola quotidianità, bisogna esplorare il nostro mondo sottile  e fare conoscere a tutti cosa siamo capaci a fare.  Tutti noi abbiamo dei talenti nascosti, piccoli o grandi che siano, basta solo farli uscire. 
Uscite dalla  gabbia dei se e dei ma che vi siete costruiti, e finalmente sarete liberi. Io l'ho fatto!!!
Maiko

Naturalmente Buona vita glamour!!!


















venerdì 1 dicembre 2017

Cosa si indossa e non si indossa a un funerale. Il #DressCode del lutto.

Buongiorno amici, su comemivestooggiblog vi parlo di un argomento tanto delicato quanto difficile.
Innanzitutto voglio dirvi che per me il funerale è un momento intimo e familiare, per questo partecipo molto di rado;  è una forma di rispetto nei confronti del dolore altrui che deve essere vissuto in forma privata. Tuttavia questo rappresenta un mio pensiero. 
Sono piuttosto favorevole ai funerali all'americana, dove l'ultimo saluto è una festa, un modo alternativo per dare conforto alla famiglia e per un addio in grande stile.

Avevo in mente questo articolo da parecchi anni, ancora prima di aprire il mio Blog, quando, partecipando a un funerale, ho visto persone con un abbigliamento davvero fuori luogo e ho pensato che forse potrebbe essere utile scrivere qualcosa sull'argomento.
Certo, non apparteniamo a personaggi del Jet Set o Stars Hollywoodiane, ma anche il lutto ha il suo Dress Code

COSA NON INDOSSARE:
innanzitutto avere sempre spalle e braccia coperte, anche in piena estate, sia per l'uomo che per la donna. Quindi mai camicie a maniche corte per lui (orrende sempre, già l'ho detto qui) e per lei usare al limite un coprispalla o una  stola. Potrebbe sembrare esagerato o sorpassato, ma non lo è, il buon gusto e il decoro non scadono mai.

No ai colori troppo appariscenti e vistosi, no alle macro-fantasie e tessuti optical, army e animalier. Non esagerate nemmeno con i gioielli, almeno che non siano gioielli di famiglia, ma sempre con parsimonia, mentre la bigiotteria è assolutamente out.
No al trucco esagerato e ai tacchi troppo alti. D'estate cercate di avere sempre il piede coperto o quantomeno non indossate un sandalo infradito, anche se è il più bello del mondo, e mai sandali gioiello, mi raccomando. La bag non a tracolla.
Sneakers e jeans? Beh non serve nemmeno che ve lo dica, io non li sopporto nemmeno ai matrimoni, figuriamoci ai funerali né per lei né per lui.

COSA INDOSSARE:
sì ai colori tenui, ai blu e ai grigi, ma anche al rosa cipria, oltre naturalmente al nero indiscusso. Il bianco lo eviterei, ma un crema abbinato al nero può essere una buona soluzione, lo trovo elegante e raffinato.
Come abito per queste occasioni io prediligo il tubino, lo trovo perfetto, ma sempre con sopra una giacca o comunque non si devono vedere né intravedere spalle o braccia. Perfetto il tailleur modello chanel, sobrietà ed eleganza ai massimi livelli, però con blouse senza scollatura. 
Ottimo anche il tailleur con pantalone, per chi non ama le gonne! Un outfit perfetto per ogni occasione formale, anche per questa.
Se non amate né i tubini né i tailleur con pantalone, state almeno attente ai colori e scegliete sempre abiti dal taglio semplice,  questa è la regola base.
La bag deve esser di colore scuro, preferibilmente una pochette o una clutch.
Sì ai cappellini e ai guanti, ma solo se sapete portarli. La veletta si indossa solitamente per funerali di Stato o di personaggi pubblici, anche se a me piace molto, ma questo è un altro discorso.
Per lui un completo, non spezzato preferibilmente, è perfetto! La cravatta può essere anche evitata, a parte per funerali dell' Alta Società. In alternativa, un  bel pantalone e una camicia sono sufficienti e se ci troviamo in inverno abbinateci un bel cappotto

Infine, concludo dicendo che l'importanza del giusto abbigliamento per una occasione così triste è sì importante, perché è  una forma di rispetto nei confronti della persona persa e dei suoi familiari, ma non certo la più importante, in quanto sappiamo benissimo che le cose importanti sono ben altre. 
Se però vi trovate in difficoltà nella scelta più indicata per queste occasioni, senza rischiare di essere irrispettosi, spero che questo post vi sia utile.


Photos by Instagram

Dress Code per un funerale.













venerdì 24 novembre 2017

Come abbinare il grigio. La mia proposta easy.

Buongiorno stilosi, oggi sul mio blog parliamo di colori. Argomento non certo semplice, anzi tutt'altro. Di abbinamenti strani se ne vedono molti, ma non sempre possiamo essere degli esperti di cromatica, l'importante è avere un po' di buon gusto e magari un po' di fantasia, che non guasta mai.  Oggi rimango easy e ho scelto l'abbinamento grigio e marrone
Forse pensate che non stiano bene assieme, ma vi sbagliate di grosso!!! Un brown testa di moro, per esempio, sta benissimo con il grigio melange, mentre il nocciola è perfetto con i grigi più decisi. Come anticipato su Facebook nemmeno io avevo mai provato questo accostamento, ma devo dire che lo trovo molto chic ed elegante.

Il mio shopping oggi l'ho fatto nel mio armadio: ho cercato tutto ciò che avevo di grigio chiaro e accessori testa di moro. Ho trovato questa maxi skirt e pull in lana da abbinare ad un cinturone e cappello in pelle, stile biker girl. Risultato? Ottimo direi. 
C'è un'ottimo equilibrio tra  tonalità e luce, che a primo impatto può sfuggire, ma per i più accorti sicuramente non passa inosservato. 
Il grigio è comunque un colore molto semplice da abbinare, perfetto con bianco e nero, ma anche con il rosa, il celeste, il lilla e il rosso. Insomma con quasi tutti i colori, ma con il marrone è davvero un sodalizio originale. 

Niente bag per l'outfit di oggi, ma un accessorio che a volte viene sottovalutato: il portafoglio. Oltre alla sua funzione pratica, il portafoglio può essere un oggetto di distinzione, in base  al proprio stile e personalità. Questo personale accessorio nel tempo si è evoluto e in commercio si possono trovare sempre di nuovi modelli. Le esigenze sono cambiate e quindi ne vengono proposti sempre di nuovi, sia dagli stilisti che dalle aziende. 

Deve essere capiente, pratico e glamour, cosa non facile. Io porto un portafoglio color caramello, in vera pelle di evaleather, un E-commerce che ho scoperto da poco e che trovo molto interessante, sia come linea che qualità, il tutto ad un ottimo prezzo.  Su questo sito potete trovare anche delle bellissime bag e cinture

E voi come portate il grigio? Curiosissima di saperlo...scrivetemi e buona vita glamour!!!


Photos by Tanaka


I was wearing;

Evaleather  wallet 
 Sisley Total Look  (old)
Marco Tozzi Shoes
Dennys Gordini "Arte da Indossare" jewel



Come abbinare il grigio

Come abbinare il grigio






portafoglio in pelle




dove trovare un portafoglio

venerdì 17 novembre 2017

8 #Motivi per sposarsi all'Estero.

Buongiorno cari lettori, oggi si parla di matrimonio, ma non un matrimonio qualsiasi, ma di un matrimonio da mille e una notte.
I matrimoni tradizionali non sono per tutti, e per chi ormai è stanco dei soliti eventi noiosi e stressanti, il matrimonio all'estero è davvero la scelta giusta!!!

Innanzitutto chiariamo due cose.
I matrimoni all'estero dinanzi all'autorità straniera locale, se vengono rispettate le forme previste nello stato straniero e se sussistono le condizioni e la capacità necessarie per contrarre matrimonio secondo le norme del codice civile, è valido e produce effetti immediati anche nell'ordinamento italiano. Non sussiste in questo caso l’obbligo delle pubblicazioni, a meno che non sia richiesto dalla legislazione straniera.


Il matrimonio religioso. Se un cittadino italiano celebra un matrimonio religioso all'estero questo sarà valido ed efficace in Italia solo se produce effetti civili per l’ordinamento dello Stato straniero in cui si è celebrato e dovrà essere trascritto, con valore dichiarativo e non costitutivo (ovvero non è necessaria la trascrizione perché il matrimonio sia considerato valido), nei registri dello stato civile italiani.

Per ulteriori chiarimenti segui link qui .

Quindi i matrimoni celebrati all'estero, informandosi prima con le agenzie serie, ha valore legale anche in Italia e qui abbiamo già sciolto i primi dubbi. 
Ma perché sposarsi all'estero?
Vi svelo tutti i buoni motivi per farlo.

1. Innanzitutto sposarsi all'estero significa un bel risparmio! 
Non ci credete? Invece è assolutamente vero. 
Cominciamo dagli abiti
Considerando che gli abiti vanno messi in valigia e che la cerimonia sarà veramente easy, ma di stile, non servirà spendere un patrimonio per acquistarli e sarete bellissimi ugualmente, ve lo garantisco! 
Per lui non serve assolutamente l'abito da cerimonia perché solitamente l'uomo porta un look molto fresco e smart. Pantalone e camicia, tutto rigorosamente white, come il colore delle spiagge tropicali, splendido.

Le scarpe stesso discorso! Considerando che vi sposate in spiaggia non potrete certo indossare un sandalo tacco 12, ma basterà una semplice zeppa, che slancerà ugualmente la vostra figura senza sprofondare nella sabbia. In commercio ne troverete sicuramente molte che vi aggradano, ormai ce ne sono davvero di tutti i tipi e una più bella dell'altra, senza dover investire lo stipendio.
Per lui mocassino bianco, perfetto per un look total white.

Eviterete tutto ciò che riguarda rinfreschi, banchetti, pranzi e cene lunghissime, che solitamente vi svuotano il portafoglio.

Risparmierete anche per il viaggio di nozze, in quanto il vostro matrimonio comprende naturalmente anche il viaggio, e quindi problema risolto.

Spese per il fotografo? Dimenticatele!
I pacchetti per i matrimoni all'estero vi danno la possibilità di avere un fotografo tutto per voi con davvero poca spesa, e avrete un ricordo indelebile del giorno più bello della vostra vita. A volte è anche compreso nello stesso pacchetto.

Le bomboniere saranno solo una vostra scelta personale, se vorrete farle o meno dipenderà solo da voi, ma saranno comunque poche visto che non ci sarà nessun pranzo nuziale.
Non c'è regalo per i testimoni, in quanto solitamente i vostri testimoni saranno gli stessi wedding planner, con i quali avrete sicuramente instaurato un rapporto di fiducia e di amicizia, che porterete  con voi per sempre. 

2. Un altro buon motivo, è per me quello fondamentale,  consiste nell'avere 0 stress, sia per voi sposine che per il vostro compagno.
Il matrimonio all'estero è organizzato completamente dalle Agenzie  e voi non dovrete pensare a nulla, a parte preparare alcuni documenti che vi verranno richiesti, e anche in questo avrete tutta l'assistenza possibile. Inoltre al vostro arrivo troverete un wedding planner locale che vi  accompagnerà per espletare le ultime formalità.

3. Il pacchetto comprende anche trucco e parrucco personalizzato.
Il giorno dopo al vostro arrivo ci sarà una prova make up e acconciatura, in base alle vostre esigenze e gusti, e il giorno del  matrimonio avrete l' hair stylist sotto l'albergo e la truccatrice in camera. 
Un sogno!

4. Avrete fiori per allestire la cerimonia o l'arco fiorito in spiaggia in base ai vostri desideri, oltre al bouquet per la sposa, che è davvero molto suggestivo e originale perché realizzato con fiori autoctoni.

5. Compreso nel pacchetto ci sarà la torta nuziale con cocktail, e  una cena romantica per due presso la struttura o a richiesta sulla spiaggia al tramonto!!! Non c'è nulla di più romantico.

6. Durante la celebrazione del matrimonio ci sarà un accompagnamento musicale (non dal vivo) e se volete potrete portare con voi il CD preferito con la vostra canzone.
Troppo emozionante!!!

7. Le lacation per il matrimonio sono varie, non c'è solo la spiaggia, ma si può optare per:
  • chiesa cattolica o protestante (in base alla meta);
  • all'ombra della giungla (Polinesia);
  • giardino o terrazzo con sfondo del mare;
  • nella profondità dell'oceano con le bombole;
  • in un isola solo per voi (motu).
8. Infine, un matrimonio a due in una spiaggia tropicale, vi farà vivere in pieno il  giorno delle vostre nozze.
Per me il matrimonio è un momento così importante e intimo di una coppia che va vissuto in perfetta armonia l'uno con l'altra, senza doversi preoccupare di far felici gli altri; se il menù può essere o meno gradito, se le bomboniere saranno apprezzate, eccetera, tanto non accontenterete mai tutti!!!
L'unica cosa che importa davvero, è far felice la propria sposa e il proprio sposo.
E' il vostro giorno, la vostra avventura d'amore che sta per decollare, non dovete pensare a null'altro che a voi, solo così potrete godervi questo giorno interamente.
Poi per festeggiare con gli amici e parenti c'è sempre tempo.

Quando e dove prenotare il tuo viaggio?
Basta prenotare circa 6/8 mesi prima, in base al luogo che sceglierete.

A chi rivolgersi?
Bisogna prima di tutto scegliere agenzie serie, che abbiano esperienza pluriennale nel settore dei matrimoni organizzati all'estero. 
Io vi consiglio ad occhi chiusi KIAORA VIAGGI. Innanzitutto perché 3 anni fa ho conosciuto personalmente questa Agenzia, in occasione di un mio viaggio alle Mauritius.
In secondo luogo perché ho avuto la fortuna di vedere dal vivo molti matrimoni celebrati in spiaggia (c'è un solo matrimonio al giorno, non catena di montaggio, anche questo sinonimo di sensibilità e professionalità) e ho anche conosciuto molte coppie italiane che hanno scelto KiaOra per il loro matrimonio oltreoceano, ed erano felicissime. 
Questa Agenzia è specializzata in viaggi a lungo raggio e matrimoni all'estero da più di 10 anni, staff serio, professionale e di massima disponibilità, prezzi chiari e competitivi.

Se lo desiderate, potete invitare anche i vostri amici più stretti e parenti prossimi in qualche paradiso tropicale, con tanto di pranzo nuziale, ma qui naturalmente la spesa è molto più impegnativa.
Se invece la fuga d'amore non fa per voi, allora il matrimonio all'estero non può essere la vostra scelta. Dei matrimoni tradizionali vi avevo già parlato di due splendide location, che potete trovare qui e qui.

Spero di avervi chiarito le idee sui matrimoni all'etero o perlomeno avervi incuriosito. 
Buona vita glamour e tanto amore qualsiasi sia la vostra scelta!!! 



sposarsi all'estero




Isole Mauritius



venerdì 3 novembre 2017

Tutto ciò che c'è da sapere sulla crema alla Bava di Lumaca.

Buongiorno amici della bellezza e non solo, oggi review skin care di un prodotto di cui tutte noi abbiamo sentito parlare almeno una volta, ma che non abbiamo mai approfondito o provato, io per prima.
Parliamo della linea alla Bava di Lumaca, nello specifico di SNAIL Serum.
Vi siete già impressionate? Non fatelo, e vi spiegherò il perché.

Innanzitutto vi devo assolutamente tranquillizzare in quanto l'estrazione del Secreto non prevede la raccolta attraverso interventi di sollecitazione mediante radiazioni ionizzanti o centrifugazione (spesso coperti dai brevetti), ma avviene nel PIENO RISPETTO DELLA CHIOCCIOLA, senza creare danni o stress e senza contaminazione del secreto stesso.

Il Secreto di chiocciola è un antico rimedio naturale nella dermo-cosmesi ed è riconosciuto come importante anti-age e fondamentale antiossidante nel correggere gli inestetismi della pelle. Esfoliante naturale, stimola la rigenerazione dei tessuti; l’insieme dei suoi componenti, attua una efficace riepitelizzazione nei trattamenti di cicatrici, smagliature, macchie e segni dell’acne.
E' un valido coadiuvante anche nei casi di dermatiti, irritazioni ed arrossamenti. 

Face Cream  riparatrice Snail Serum:
Grazie agli antiossidanti naturali contenuti nella Bava di Lumaca,  la Crema Viso Snail Serum aiuta a rallentare il processo di invecchiamento cutaneo, contrastando i radicali liberi in eccesso e l’insorgere delle piccole rughe. Rigenera la pelle e ne migliora l’elasticità. Idonea anche per inestetismi come acne, pelli impure, macchie cutanee, segni delle piccole cicatrici e arrossamenti.
La linea Snail Serum inoltre, a differenza di tutte le altre creme alla Bava di Lumaca, ha il Secreto  liofilizzato, quindi la percentuale di prodotto base è molto più concentrato.

My experience with Face Cream Snail Serum:
Non sono una appassionata di creme troppo odorose, in primis perché a volte nascondono qualche difettuccio che viene eluso con la profumazione, in secundis perché mi infastidisce proprio. Preferisco le creme con profumazioni delicate o con oli essenziali dalle fragranze tenui.
Devo dire però che per la crema alla Bava di Lumaca ero un po' preoccupata come forse potreste esserlo voi e mi sono chiesta: ma che odore avrà sta crema?
Beh vi garantisco che la crema ha un profumazione buonissima e delicata. A me ricorda molto un agrumeto, ma poi la sensibilità olfattiva è soggettiva.
Ho notato fin dall'inizio che nonostante sia una crema dalla  ricca texture, ha una rapida velocità di assorbimento, non è appiccicosa e può benissimo essere usate anche dalle pelli miste come la mia. Ottima come base trucco. 
Nei primi giorni di utilizzo ho sentito subito un effetto setificante e dopo 15/20 giorni la riduzione delle piccole rughette d'espressione.
Ma non è finita qui, avevo un principio di dermatite a livello della piega nasale e dopo i primi 15 giorni ho visto la dermatite riassorbirsi e con essa anche l'infiammazione dall'inestetico colorito rossastro, direi fantastico!!! 
Ultima cosa, non poco importante, ottimo rapporto qualità prezzo, in ben 50 ml di prodotto.
Inoltre la crema viso, come tutta la Linea completa, sono assolutamente Parabeen Free, Without Added Dies e Nickel Tested.

Dove trovare la Crema Viso Snail Serum:
La crema viso la potete trovare alla Parafarmacia Centrale di Valeria Pizzal a Pordenone, in Via Giuseppe Mazzini, 64/A 

oppure on line qui .

La Linea alla Bava di Lumaca Snail Serum comprende anche il Latte Detergente, Acqua Tonica, Siero Viso, Crema Mani e Crema Corpo, insomma ce n'è per tutti...basta solo provarli !

Ricordatevi sempre che l'invecchiamento della vostra pelle è nelle vostre mani!!! 
Spero di avervi un po' chiarito le idee sulla linea alla Bava di Lumaca e se avete ancora dubbi scrivetemi.

Crema viso Snail Serum


Crema viso Snail Serum

venerdì 20 ottobre 2017

Quest'anno scegli #il non colore. Scegli un cappotto bianco, ed è subito inverno.

Buongiorno amici del fashion, oggi voglio portarvi con me in una meravigliosa villa e parlarvi di tendenza Fall-Winter.
Quale migliore location? 
Mentre giravo per le stanze di questa magnifica tenuta, pensavo a voi e se vi fosse piaciuto questo mio look black&white
In queste stanze mi sono persa anche in mille altri pensieri, perché la dimora è davvero suggestiva e ti porta a viaggiare con la fantasia e a sognare ad occhi aperti.
Certi luoghi ti lasciano un'emozione per sempre.
Dove mi trovo? Mi trovo a Villa Elodia Orgnani Martina a Trivignano Udinese, in provincia di Udine. Splendida cornice per  questo shooting anteprima autunno-inverno
Luogo ideale soprattutto per matrimoni, eventi speciali, convegni e mostre d'arte.

Per questo inverno scegli il "non colore"! 
Scegli il cappotto bianco, un classico contemporaneo. Ho sempre voluto regalarmi un cappotto bianco, e quest'anno ho deciso di aggiudicarmelo, soprattutto perché ora come non mai è di vera tendenza.
Il bianco è un scelta sempre  azzeccatissima già lo sapete, ma portato d'inverno è ancora più glamour. Qualcuno potrebbe dirmi che non è facile da portare, ma a volte le cose belle non sono facili... basta sceglier il capo adatto. 

Questo cappotto non è di lana, ma è un capo in pile foderato e devo dire che ero un po' scettica all'inizio, ma indossato è davvero confortevole; è leggero e allo stesso tempo caldo, certo non con - 4 di temperatura esterna, ma per l'autunno e inizio inverno è perfetto.

Come vi avevo anticipato su Facebook sotto il mio coat ho indossato una camicetta taglio tee di Heidi Klum, della collezione Lidl Esmara, LETSWOW. E' davvero molto carina, ed è il vero must have dell'autunno se portata sotto al blazer o al coat
E' in 100% viscosa con delle bande laterali e piccola zip sul dietro. Le bande laterali sono il nuovo trend ispirato allo stile sporty, molto in voga non solo sui pantaloni ma anche per le blouse e T-Shirt. Rende il look meno banale anche con un paio di semplicissimi pantaloni 5 tasche come i miei, e l'ho pagata meno di 20 Euro. Aggiudicata!!! Brava Heidi.

Altra tendenza, che comunque è il colpo di coda dell'inverno scorso, è il broccato; la tendenza "tappezzeria" incalza ancora. Io ho scelto questi ankle boots in tessuto broccato, ottimi in questo periodo dell'anno. 

Voglio parlarvi della mia ultima Capsule Collection, in collaborazione con un artista d'avanguardia; la mia SuperCity Bag
Una "Postina", ideale per essere indossata tutti i giorni e pensata per donne che sono sempre di fretta e hanno bisogno di una bag comoda ma allo stesso tempo originale e fashion, perfetta anche in città, ed è per questo che l'ho chiamata così. 
Da portare a tracolla oppure a spalla, basta solo regolarla.
Ideale per lo shopping, come per il business, per portare con voi l'essenziale, oppure anche il vostro IPadLaptop 2 in 1, fino a 10".
E' in polyester satin nero con patella bianca effetto velluto, dove è stata stampata l'opera realizzata a mano da Dennys Gordini, che ringrazio per la continua collaborazione.

Per questa anteprima autunno non poteva mancare un make up a tema!!! 
Il mio trucco è stato realizzato dalla Make up Artist Laura Colosimo di Beauty Consulting.
Laura è anche una bravissima consulente d'immagine, make up shooting e self make up.
Laura ha realizzato per me un trucco da giorno, con una palette di colori caldi dell'autunno, bellissimi e perfetti per il mio incarnato. 
Per vedere cosa ha utilizzato Laura per il trucco di oggi, clicca qui.

Infine, ma non per ultimo, il mio gioiellino black &white di Giada Rochetto di Jedy art&cooking .

Jedy realizza bijoux e piccole creazioni con passione e lasciandosi ispirare dal mondo circostante e dai pensieri e sogni che ha nella testa.
I materiali usati possono essere sia materiali riciclati, come la carta, che materiali naturali o artificiali come il fimo, utilizzato per il mio anello a spirale in tema black&white, impreziosito  da una piccola perlina per renderlo chic e allo stesso tempo smart!

Spero che questo visita in villa d'epoca e la mia proposta per un look autunnale vi sia piaciuto e naturalmente buona vita glamour!!!


Coat bianco

Coat bianco







Coat bianco









Photos by Tanaka


I was wearing;

Maiko Gordani Line  bag
BangGood Coat
Heidi Klum blouse
Zara boots
Pants Guess
 Jedy art&cooking jewel
Beauty Consulting Make up

For Location, a special thanks
to Villa Elodia