buzzoole code

martedì 25 luglio 2017

Cosa mettere in valigia per viaggiare leggeri, senza rinunce.

Buongiorno ragazzi, oggi per la Rubrica Guest Posting, vi presento Raffaella Martini, ingegnere con la passione per i viaggi. 
Leggete il suo articolo  e fate vostri i suoi consigli.

LA VALIGIA DELL’INGEGNERERRANTE

Le prime cose da mettere in valigia? GLI ACCESSORI INDISPENSABILI.
Buongiorno a tutti, il tema Valigia è spesso critico, soprattutto per noi donne: cosa porto via? Quanti cambi? Quante scarpe? Più elegante o sportivo? Alla fine, io esagero sempre nella quantità di abbigliamento, che naturalmente non utilizzerò interamente durante il viaggio.
In ogni caso nella mia valigia non mancheranno mai gli accessori, quelli indispensabili per qualsiasi tipo di viaggio e destinazione.

Prima di tutto, la mia valigia sarà sicuramente colorata, perché amo i colori e anche per una questione pratica: nel caso viaggi con aerei, treni, bus, la valigia deve essere facilmente riconoscibile in mezzo alle altre. La cosa negativa è che le valigie colorate, soprattutto se non rigide, si sporcano facilmente, ma ho sempre pensato a questo sporco non come una cosa negativa, ma un’esperienza di viaggio.  

Torniamo agli accessori: alcuni di questi sono abbastanza logici, altri si sono aggiunti dopo esperienze e aneddoti di cui racconterò:



Quaderno, penna e matita su cui appuntare in precedenza qualsiasi cosa. Quando dico qualsiasi, vuol dire che in mezzo agli appunti ci saranno gli orari dei mezzi da prendere, le prenotazioni, i chilometri da percorrere e naturalmente la lista dettagliata delle cose da fare in vacanza e il perché. Viaggiando spesso da sola, ritengo indispensabile avere la maggior parte delle cose pianificate.


Cellulare o macchina fotografica, per immortalare i momenti migliori della giornata (amo i tramonti), le persone, le architetture, e tutto quello che mi passa davanti all'obbiettivo. Al momento, fra i due oggetti, sto utilizzando di più il cellulare.



Batteria esterna carica, assolutamente indispensabile, per evitare che nel momento del bisogno (che non deve essere per forza la chiamata, ma anche la fotografia), si spenga il cellulare. Questo accessorio l’ho aggiunto con il tempo, dopo varie volte che i vari apparecchi tecnologici mi hanno lasciato a piedi. Lo porto sempre in borsa anche nella vita di tutti i giorni.



Borsa abbastanza grande, ma non troppo, per contenere tutto. Deve essere comoda, pratica e soprattutto non deve essere troppo pesante nel caso di itinerari lunghi a piedi.



Presa tripla o ciabatta multipresa. Ahimè, oggigiorno con tutti gli apparecchi elettronici le prese non sono mai abbastanza per caricare tutto: se il cellulare è in carica, non è possibile caricare la macchina fotografica o attaccare il phon o il pc. E’ così che da qualche anno ho deciso di portarmi dietro questo accessorio, con grande stupore (e qualche risata) delle persone che mi vedono utilizzarlo.




Pezzo di corda da poter attaccare in bagno, a una finestra o a un balcone nel caso sia necessario fare un bucato. Assieme alla corda ci sono sempre le mollette. Non sempre negli alloggi è presente uno stendino, ed essendo abbastanza pasticciona, spesso ho avuto bisogno di fare un bucato.

Sapone di Marsiglia, da utilizzare per il punto sopra, ed essendo ipoallergenico, utile anche come detergente per la pelle.



Beauty-case con i prodotti per il bagno. Da brava donna ho il beauty ricco di prodotti di ogni tipo: dentifricio, spazzolino, creme varie per viso, corpo, capelli, bagnoschiuma, shampoo e così via. Assieme al beauty per il bagno c’è anche una piccola busta per i medicinali, i più svariati.



Ciabatte da camera, o infradito, magari di plastica, anche per fare la doccia.

Phon e spazzola per capelli, amo utilizzare i miei.

Ebbene sì, spesso la metà della mia valigia, è occupata da questi accessori indispensabili.

E voi? Quali sono i vostri dieci accessori senza i quali non potrebbero mai partire?

Articolo scritto da Raffaelle Martini
Ingegnere di Lucca


giovedì 20 luglio 2017

Come creare un Look Vintage. Tendenza estate 2017.

Buongiorno e ben ritrovati, comemivestooggiblog vi parlerà di un'altra mia grande passione: lo stile Vintage
Lo stile Vintage si realizza creando look ispirati al passato: gli anni più seguiti e da cui trarre illuminazione sono senza ombra di dubbio gli anni '20/'30,'50/60 e gli anni '70.
Lo stile Vintage presuppone però la scelta dell'abito giusto, altrimenti lo scivolone nell'effetto ciarpame è inevitabile. 

Può sembrare strano ma questo stile è molto di moda, basta pensare alle giacche con spalline imbottite stile anni '80, dalle bluse con le ruches, alle righe orizzontali o oblique e infine ai quadretti Vichy, tutte proposte che si vedono nelle maggiori riviste di moda. Per non parlare del ritorno degli abiti anni '30 o degli abiti con orlo midi e il colletto a punta, così Vintage da essere il massimo dell'attualità. Non dimentichiamo poi il ritorno del mitico rosa antico, bellissimo e molto femminile.  Insomma c'è un vero e proprio revival dello stile rétro.

Prima di buttarvi nello shopping sfrenato, date quindi un occhio all'armadio delle vostre nonne e magari troverete qualcosa di interessante. Bigiotteria, gioielleria, borse, cinture, sono tutti articoli che potreste trovare nelle soffitte e che se riportati a vita e abbinati nel modo giusto, faranno veramente tendenza. Un'altra alternativa è quella di passare nei mercatini dell'usato, si trova sempre qualcosa di interessante e, se quello che recuperate è leggermente usurato, non preoccupatevi, dà quel tocco di vissuto che fa tanto Vintage
Molto interessante è riuscire a creare un look Vintage mescolando capi del passato con accessori attuali, creando il giusto mix, per un outfit alternativo e dal gusto un po' insolito.

Infine se non avete trovato niente, ci sono parecchi siti on line, dove poter trovare abbigliamento Vintage originale, come quello che indosso io. Il sito dove ho acquistato questo dress si chiama Source Vintage: è un sito vintage clothing store e gender neutral style, molto simpatico ed estroso.
Dedicandoci un po' di tempo potete trovare l'articolo che fa per voi.

Il mio è un classico tubino anni '60 originale, con una fantasia che ricorda molto la stampa "Cachemire", nero e arancio. Ho aggiunto una bag dorata, (l'oro è il colore Vintage per antonomasia) dal gusto rètro e dei sandali zeppa attuali, per creare un mix antico moderno. Per fare pendant con l'abito, ho poi intrecciato al sandalo un nastro arancio in pizzo e in poche mosse ecco qua un paio di sandali nuovi nuovi per il mio look Vintage a quasi costo zero.

Infine per un sapore ancora più antico, ho creato una veletta nera o birdcage veil,  in velo elasticizzato effetto pois, e invece di utilizzare una pettinessa, l'ho annodata al capo con un fiocco, come fosse un bandana, molto modern-rétro. Facile no? Il est trés chic!!!
Questo outfit potrebbe essere benissimo indossato per un matrimonio con un sandalo tacco 12, mentre senza veletta può essere portato per qualsiasi occasione formale e non.

Se anche a voi piace lo stile Vintage, ditemi come lo creereste!
Buona vita glamour!!!




















Photos By Tanaka


I was wearing;
Source Vintage dress
No brand  bag
E' CLAT sandal- whit my lace tape created
Birdcage created by me 



lunedì 17 luglio 2017

Leggings si o Leggings no? Tutto quello che c'è da sapere su questo capo molto discusso.

Buongiorno amici di comemivestooggiblog, con grande piacere oggi vi presento Roberta Valsecchi, blogger simpaticissima e dalla forte personalità, come il suo Guest Posting. L'argomento è scottante, questione leggings, si o no?
Buona lettura.



Vediamo in giro leggings che camminano in quantità industriale, abbinati a qualsiasi cosa e indossati da chiunque... Ecco, io credo che questo indumento abbia creato qualche piccola confusione a noi donnine.

Ne hanno fatti di tutti i tipi, in pelle, con gli strass, dorati, glitterati, argentati che quando li mettiamo o sembriamo palle di Natale oppure candelabri, poi con sopra qualsiasi disegno che a confronto i cartoni animati sembrano personaggi seri. Innanzitutto non metteteli con una maglietta corta, un top o qualsiasi altra cosa sia sopra la vita.
Parliamo un attimo di quelli con teschi, cartoni animati e emoticons vari...Io sinceramente li adoro, mi fanno simpatia e allegria ma parliamoci chiaro dovrebbero avere un limite di età, non come i giochi in scatola da 3 anni in su, ma il contrario... che so, fino a 25 anni...poi no dai... Voi che dite, troppo drastica? Forse... 



E poi è vero che il nero sfina, ma non così tanto come pensate... Quelli al polpaccio? Ok, ma in palestra! Adoro quelli in pelle che fanno molto rock, un po' meno i dorati i glitterati e gli argentati che fanno molto Natale e Capodanno tutto l'anno....

Quindi ecco qui  la mia guida per indossare i leggings:
- ricordatevi quanti anni avete... ad ogni età ci sono i leggins adatti
- vi prego maglie lunghe, maxi pull, canotte.... scegliete voi basta che siano lunghe
- ricordatevi il nero sfina donne, ma non così tanto come pensate!
- quelli al polpaccio solo in palestra
- evitate quelli con figure geometriche se come me avete le gambe storte, lo sembreranno ancora di più!

Dove trovare dei leggings meravigliosi? Io ormai li compro quasi sempre online e sono quei capi che trovi ovunque. 
Secondo me i migliori sono di Calzedonia, anche se sono un po' cari come prezzo, ma anche da Tezenis e Hm li trovate molto carini, così come da Stradivarius, per non parlare di Asos dove trovate di tutto e di più.

Da un po' ho iniziato a comprare anche nei negozi che si trovano su Instagram e vi devo dire che sono rimasta sempre molto soddisfatta in più avete anche un contatto tramite WhatsApp con il venditore e questo vi farà stare più tranquille. Oppure io uso anche Lookbookstore.com  Sheinside.com e Romwe.com. Si differenziano solo dalle spese di spedizione e sinceramente io mi sono sempre trovata bene! 
Spero di esservi stata di aiuto e buono shopping!




Articolo scritto da Roberta Valsecchi
di Lecco

venerdì 14 luglio 2017

Chi sono gli OUTFITTER. Bantoa il primo sito di shopping assistito.

Buongiorno a voi e ben ritrovati, comemivestooggiblog vi parlerà del mio E-shop preferito: Bantoa
Bantoa.com è il primo sito italiano di shopping assistito, dove OUTFITTER di tutt'Italia aiutano gli utenti a fare shopping on line.

E' una neonata startup veronese, sorta nel 2015 da due giovani cofondatori, Manuel Ferrigno e Francesco Calzà.
La grande novità di questo sito sta nel fatto che dietro le quinte dell'E-commerce ci sono degli OUTFITTER che ogni giorno realizzano outfit per noi, selezionando i migliori prodotti dai tre partners di Bantoa: Zalando, Yoox e Amazon.

Chi sono gli outfitter? Sono dei ragazzi e ragazze appassionati di moda e fashion addicted che seguono fashion bloggers ed influencers di tutto il mondo. Il loro prezioso contributo consiste nello scegliere personalmente e secondo i loro gusti, gli articoli giusti per poi comporli in un outfit che possa dare ispirazione. Con un configuratore on-line si creano nuovi look cercando il prezzo ideale dei migliori prodotti scremati dai più famosi on line fashion store.
Quindi ogni giorno si ha la possibilità di avere una vera e propria vetrina di moda, con le ultime tendenze del momento, direttamente nel nostro PC. Ovverosia, avremo un sacco di proposte di abbinamenti tra abbigliamento, scarpe ed accessori, facendoci risparmiare un sacco di tempo e dandoci suggerimenti sempre professionali e per tutti i gusti. 

Nel sito si può anche creare un profilo personale, con gli stili preferiti. Se ne possono scegliere fino a tre e con le proprie caratteristiche fisiche: dal tipo di silhouette al colore degli occhi.
Per vedere come fare vedi qui.
Avremo così creato la sezione "adatti a me", dove verranno suggeriti outfit in base allo stile prescelto e verrà pure indicata l'occasione per indossarli. Trovo che sia una cosa davvero innovativa e rivoluzionaria, oltre ad essere di grande utilità. 
E non è finita qui, c'è anche la possibilità di scegliere la sezione "Petite, Tall, Curvy o Premaman" oltre alla linea uomo, bambina e bambino dai 0 ai 14 anni.
Direi Fantastico!

Questo servizio è completamente gratuito e non chiede lunghe iscrizioni ma solo la voglia di farsi consigliare, per non fare l'acquisto sbagliato.
Cosa ancor più interessante e inedita consiste nel fatto che si può scrivere direttamente all'outfitter per consulenze personali.

Infine, quando si è trovato il giusto abbigliamento per un'occasione speciale o semplicemente per andare in ufficio, con un semplice click si può acquistare solamente ciò che interessa e direttamente dal sito dei partners Bantoa, senza dover creare un nuovo account oltre ad avere le spedizioni gratuite, l'assistenza e i resi incondizionati.

Oggi per voi ho chiesto consulenza a Pamela Boeddu, straordinaria outfitter di Bantoa. Ho voluto mi realizzasse 4 look per tutte coloro che in questo periodo sono ancora alle prese con mille scartoffie in ufficio e non sono ancora partite per le vacanze ma hanno tanta voglia di essere trendy, almeno tra le quattro mura di uno studio. Il risultato è stato perfetto!!!
Per avere consulenze personali da Pamela clicca qui.
Divertitevi a guardare gli outfit di Pamela e le vacanze arriveranno in un battibaleno, ve lo garantisco!!!


Outfit aria condizionata


Outfit etnica in città


Outfit informale e leggera

Outfit romantiche al lavoro


Questo articolo è stato corredato dagli
outfit di 

sabato 8 luglio 2017

YOUR MAGIC SUMMER WITH ESPRITSHOP.IT.

Buongiorno a voi e ben ritrovati, comemivestooggiblog continua la rubrica Guest Posting e oggi vi presenta Carmela Bassano, favolosa curvy blogger from Taranto, fashion lover and shopping addicted. Il suo blog si chiama MISSCARRIE79 .


YOUR MAGIC SUMMER WITH ESPRITSHOP.IT
Good morning girls,
The summer has come now and the desire to shop for our holidays is very strong.

On the online shop ESPRITSHOP.IT  you will find many items that will make you the most chic any destination you have chosen.
Long or short dresses with floral fantasies or delicate combined colors (here), cool trousers to match soft top fantasy (here).
And still shorts to emphasize your tanned legs and be perfect on the beach and tshirt printed exactly as you want fashion this year (here).
Do not forget the accessories that are essential to make every outfit unique: big and comfortable bags for the beach, chic summer pants, shoes for all tastes and for all occasions (here).
I'm sure you will find everything you want on ESPRIT and that you will be the most beautiful on the beach!
A kiss


Buongiorno ragazze,

l'estate ormai è arrivata e la voglia di fare shopping per le nostre vacanze è fortissima.

Sul sito ESPRITSHOP.IT troverete tantissimi capi che vi faranno essere le più chic qualsiasi meta abbiate scelto.
Abiti lunghi o corti dalle fantasie floreali o dalle delicate tinte unite (qui), freschi pantaloni da abbinare a morbidi top fantasia (qui). Ed ancora shorts per mettere in risalto le vostre gambe abbronzate ed essere perfette in spiaggia e tshirt stampate proprio come vuole la moda quest'anno (qui). 
Non dimentichiamo gli accessori che sono fondamentali per rendere unico ogni outfit: borse grandi e comode per la spiaggia, pochette chic per le cene d'estate, scarpe per tutti i gusti e per tutte le occasioni (qui).
Sono certa che troverete tutto ciò che desiderate su ESPRIT e che sarete le più belle della spiaggia!

Un bacio


















Articolo scritto da Carmela Bassano
di Taranto

martedì 4 luglio 2017

Come creare un look Pop Art.

Buongiorno amici, comemivestooggiblog vuole portarvi un po' indietro nel tempo, circa nella seconda metà del XX secolo, ci state?
Mi chiederete il perché e vi rispondo subito: POP ART! 
La Pop Art, detta anche Arte Popolare o Arte del Consumo, è un movimento artistico (per approfondire clicca qui) che ha influenzato moltissimo anche le passerelle dell'Haute Couture.
Fantasie, colori, trame e stampe si susseguono per interpretare o imitare alcune delle maggiori opere d'arte moderne. 

Ogni stagione ha le sue tendenze, e questa non è propriamente quella dello stile Pop Art, ma sapete che a me piace andare a volte anche controtendenza, e comunque avevo voglia di parlarvi di questo stile che a me piace in particolar modo. Al contrario abbinare tra loro colori come il red e il pink, se pur connubio che per i più può sembrare strano o azzardato, è molto in voga!!! E a me piace moltissimo,  dona luce, stile personale e carattere.
Lo stile multicolor e Pop Art, si sono visti in passerella l'ultima volta nella S.S. 2014.
L'ouverture, per così dire, la fece Prada, che presentò durante la Milano fashion week 2014, una serie di capi di abbigliamento e borse sporty couture, sulle quali alcuni artisti di strada avevano rappresentato volti di donne. 
L'ispirazione arrivava direttamente dalla Street Art, quindi dai Murales, e in un attimo diventò tendenza.
Poi arrivò Celine, che si ispirò a Mirò e Chanel, che propose nuances multicolor anche sugli accessori, come la mitica bag 2.55 della Maison. Interessante no?

L'unica Maison che quest'anno ha proposto accessori con riferimenti a grandi artisti del passato è stato Louis Vuitton con le sue bags. La collezione si chiama "Masters", frutto della collaborazione tra Louis Vitton e l'artista Jeff Koons, il quale reinterpreta a mano opere di grandi maestri del passato, da Leonardo Da Vinci a Van Gogh
La linea con Van Gogh non è male, sarà perché io lo adoro.

Oggi io vi propongo il mio look Pop Art: non ho usato trame o stampe che imitano le pennellate di famosi artisti, in quanto non è assolutamente semplice trovarli, ma ho usato lo stile multicolor.
Ho indossato un tubino rosso fuoco a spallina decorata e aggiunto in contrasto una blouse stripes rosa, portata sbottonata e con maniche arrotolate, per uno stile più friendly. Ho poi valorizzato il punto vita con un meraviglioso corsetto in jeans, che richiama uno dei colori dei sandali in tessuto multicolor effetto satin
Come vedete il risultato è ricco di colori che si richiamano a vicenda: insomma come in una tavolozza ho mescolato varie nuances e sfumature, realizzando il mio quadro su pelle!

Questo outfit l'ho ideato e realizzato per donne stravaganti e dall'animo artistico. Rimane comunque una mise creata con capi molto basic, quindi è molto semplice dargli forma!
L'ispirazione mi è venuta pensando a  donne pittrici o scrittrici, che a volte mi chiedono cosa indossare per il loro Vernissage o presentazione di un loro libro. Solitamente indossano sempre abiti molto classic, ma io consiglio loro di esprimere sempre personalità e creatività anche nell'abbigliamento, soprattutto quando devono presentare le loro creature.
Con questo mio look spero di essere stata di stimolo per loro e per tutte le donne grintose e che non hanno paura di mostrare il loro lato creativo.





















Photos by Tanaka
A.D. Maiko Gordani

For Location thanks to
Giorgio Zamparo Art studio

I was wearing;
Sisley dress
Vicolo blouse
Stradivarius sandals
Stradivarius corset eyelets
No brand bag