re BOX: la doggy bag etica, artistica e antispreco.

  • 23
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    23
    Shares

Chiedere gli avanzi al ristorante non è più motivo di imbarazzo, ma è una vera tendenza e lusinga lo chef.

Cara lettrice e caro lettore di comemivestooggi ben ritrovati sul mio blog, dove oggi vi voglio parlare di spreco del cibo! Argomento ampio e non di poco conto, ma tutti noi possiamo contribuire per combatterlo. Certo non sarà la soluzione globale del gravoso problema, ma vi garantisco che qualcosa nel nostro piccolo possiamo farlo!

Quante volte vi è capitato di andare al ristorante e non essere riusciti a finire quello che c’era sul piatto? A me tantissime volte perché effettivamente io mangio molto poco, ma sarà capitato un po’ a tutti, soprattutto quando si hanno bambini. E quante volte vi siete vergognati a chiedere il fatidico contenitore in alluminio per portare a casa gli avanzi? Sarà perché vi trovavate in un ristorante stellato, sarà che eravate in compagnia di persone un po’ snob, o semplicemente perchè per qualcuno non fa figo!!! Però questa cosa vi rode sia in termini economici ma soprattutto in termini di spreco insensato. Non serve che vi dica che fine fa il cibo avanzato sui piatti dei commensali perché lo sapete benissimo. Ora moltiplicate ogni avanzo per migliaia di persone al giorno, sono quintali di cibo pagato che se ne va dritto dritto nella pattumiera. DITEMI SE QUESTO FA FIGO?! All’estero ormai è da decenni che si fa uso della doggy bag. Noi italiani stiamo cominciamo a piccoli passi, forse perché abbiamo uno Status Symbol da mantenere, o perché mangiamo troppo, o frequentiamo ristoranti con porzioni troppo scarse. Ma la tendenza è in crescita in questi ultimi anni, e quando sento da un cliente non straniero chiedere una doggy bag non per il cane, capisco che stiamo maturando.

Chi è Marco Lei? E come è nata la sua idea re BOX.

Marco Lei, ha lasciato il suo lavoro e assieme alla moglie Daniela Demasi, ha creato una start-up. Hanno ideato re FOOD una scatola etica, artistica e antispreco per conservare e trasportare il cibo non consumato al ristorante. La sua idea, come tutte le grandi idee, è nata per una esigenza personale. Dopo una serata al ristorante messicano suo figlio non consumò quasi nulla e chiese una vaschetta in alluminio per portare a casa ciò che rimaneva sul piatto, ma durante il tragitto il tutto si rovesciò nell’auto con conseguenze che potete immaginare. La moglie qualche giorno dopo durante la notte svegliò il marito e gli propose di creare una doggy bag italiana. E da qui partì il grande Progetto re BOX; un contenitore completamente riciclabile, per mettere in frigorifero o in microonde quello che ogni chef ha creato con passione e amore ma non siete riusciti a finire. Quindi un progetto con l’obiettivo di limitare lo spreco alimentare, aiutare a combattere la fame nel mondo e promuovere giovani artisti. Si anche promuovere artisti, in quanto il progetto vuole parlare di cibo attraverso il coinvolgimento di creativi e artisti emergenti.
Il contenitore re FOOD infatti cambia il suo aspetto di volta in volta, diventando una doggy bag con soggetti diversi e collezionabili. La prima edizione è stata realizzata da Andrea Aste, giovane e talentuoso artista torinese che ha saputo interpretare in modo ironico e leggero questo nuovo oggetto.

Non solo potrai recuperare il piatto non consumato, ma con re WINE, anche il prezioso vino che hai ordinato con tanta cura per tua moglie o tuo marito. Con l’apposito box  puoi portare a casa la bottiglia con il vino che non avete potuto gradire fino alla fine. BEVI IL GIUSTO SENZA RINUNCIARE AL VINO GIUSTO PER TE. Oggi Marco è il responsabile commerciale e Daniela si occupa dell’amministrazione e della comunicazione.

Hai un ristorante? Stai organizzando una cerimonia o un party?

Questo progetto nasce per ristoratori glamour e sensibili al problema dello spreco alimentare, offrendo un servizio originale, alternativo e gratuito ai propri clienti. Molti ristoranti credono in questa filosofia anti spreco e magari non lo sappiamo, quindi quando andiamo al ristorante impariamo a chiedere la doggy bag! Se tu ristoratore non ce l’hai ancora non sei cool!!!

Se hai un ristorante e credi in questo progetto, subito uno sconto solo per te del 20% con il CODICE MAIKO20,  da inserire al momento del pagamento nella casella codice promo.

La doggy bag può essere anche una proposta molto carina per le vostre occasioni di festa. Matrimoni, comunioni, cresime e battesimi, ma anche per party e feste di compleanno. Sapete quanto cibo viene gettato durante queste occasioni? Tantissimo. Sarebbe un’idea davvero carina e diversa dalle solite! Fareste felici i vostri parenti e amici, in quanto porteranno con sé la cena per il giorno dopo e avranno un food-box da poter riutilizzare  ricordandosi di voi e del vostro bel gesto.

Spero di avervi dato un motivo in più per rientrare tra coloro che lottano contro lo spreco alimentare con un tocco glamour…al ristorante come in pizzeria chiedi re Box!!!

Photos by Tanaka

Articolo in collaborazione con

Progetto reBox

Un ringraziamento alla Location

“Locanda Vil di Var”

Vuoi ricevere i miei nuovi post direttamente nella tua casella di posta?

Iscriviti alla newsletter!

  •  
    23
    Shares
  • 23
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *